Sono nato il 13 Novembre 1978 nella città di Viareggio, nel nord della Toscana, in Italia. Mia madre è originaria della Toscana, mentre mio padre viene dall’Abruzzo. Il loro primo incontro avvenne in Sardegna, in cui la mia famiglia materna gestiva un’attività di successo nel settore della ristorazione e allo stesso tempo mio padre era un professionista del campo alberghiero, operante in una catena di hotel internazionale.

Grazie a questa esposizione al mondo esterno, che ha caratterizzato la mia infanzia, ebbi la possibilità d'intraprendere la mia prima esperienza internazionale. Infatti, sono sempre stato abituato a viaggiare per il mondo con la mia famiglia a causa degli impegni lavorativi di mio padre. Sono certo che questo giocò un ruolo importante nel dare forma alle mie ambizioni e obbiettivi futuri sull’uomo che avrei voluto essere da grande.

Il mio percorso accademico si è diviso tra la Toscana e l’Abruzzo. Tuttavia, l’interesse per lo studio della giurisprudenza maturò abbastanza presto a seguito di un consiglio prezioso dato da mio nonno: “Se conosci la legge, nessuno può dirti cosa è giusto e cosa è sbagliato perché sei tu che puoi deciderlo”. I primi anni dei miei studi furono profondamente influenzati da queste sagge parole. Quando i miei amici e compagni di classe sognavano di diventare calciatori o astronauti, la mia mente era già rivolta verso un unico obbiettivo: diventare un avvocato internazionale di successo che viaggiasse per il mondo per fornire un supporto alle imprese nel fare business.

Ho intrapreso la mia formazione universitaria all’Università di Teramo, presso cui ho conseguito la Laurea in Giurisprudenza presentando una tesi in materia di diritto dell’Unione Europea dal titolo “L’Unione Europea e la lotta al terrorismo”. Nel periodo universitario sono stato anche beneficiario di borsa di studio per il progetto Erasmus che ho svolto presso l’Universidad di Barcelona in Spagna. Dopo essermi laureato, ho deciso di specializzarmi ulteriormente ed iscrivermi al Master Giurista di Impresa presso la LUISS di Roma, una delle Università più prestigiose d'Italia. Sono anche regolarmente iscritto all’Ordine degli Avvocati del foro di Pescara.

Le conoscenze acquisite durante il mio master hanno assistito la mia crescita professionale e mi hanno fornito le basi per il mio ruolo attuale nel dare supporto alle aziende nostre clienti operanti nella sfera del commercio internazionale. Sono arrivato in Cina nell’anno 2005 iniziando come Junior Associate presso uno studio legale europeo di successo con sede a Nanchino. Tuttavia, non ho mai perso occasione per continuare a migliorarmi e ambire a obiettivi sempre più stimolanti. Concretamente, iniziai a studiare cinese mandarino presso l’Università Normale di Nanchino per poi seguire corsi di diritto commerciale Cinese presso la famosa Università di Nanchino. I miei sforzi furono ricompensati quando fui, poi, nominato Managing Partner per la Cina di quello stesso studio legale. Durante il mio percorso professionale sono stato anche coinvolto in attività della Camera di Commercio dell'Unione Europea in Cina.

L

a mia avventura nella Camera di Commercio dell’Unione Europea in Cina è cominciata poco dopo il mio arrivo in Cina a Nanchino. Da subito, mi sono reso conto dei tanti problemi che gli investitori stranieri dovevano affrontare in Cina rapportandosi direttamente con le autorità cinesi e pertanto ho voluto mettermi in gioco ed essere d’aiuto alla comunità d’affari straniera presente nella città. Sono così stato eletto membro del Consiglio di Amministrazione del Nanjing Chapter della Camera di Commercio dell’Unione Europea in Cina e dopo un paio di anni, ho avuto il privilegio di essere il primo italiano ad essere stato eletto Presidente dello stesso Chapter.
Terminata l’esperienza a Nanchino sono stato, poi, eletto Presidente del Consiglio di Amministrazione dello Shanghai Chapter, il più grande e numeroso della Camera di Commercio dell’Unione Europea in Cina, dove in 4 anni ho contribuito alla crescita del numero dei soci ed alla promozione di diverse iniziative governative volte a migliorare il dialogo con le autorità della munucipalità di Shanghai. Tra queste, di particolare rilievo è stato lo "Shanghai Government Dialogue", una serie di incontri semestrali tra le società europee ed il vice sindaco della città con a seguito i rappresentati dei vari uffici governativi.
Terminato il mio mandato a Shanghai, mi sono posto una sfida ancora maggiore candidandomi come Vice Presidente Nazionale a Pechino, ruolo che ricopro dallo scorso maggio 2022, dopo aver vinto le elezioni con record assoluto di preferenze.

N

el frattempo, insieme ad un mio caro amico e partner di mille battaglie, ho avviato la mia attività, che da allora è diventata un Gruppo societario multimilionario (www.dpgroup.biz) che offre servizi di consulenza aziendale completa nelle aree legali, fiscali e finanziarie, di marketing ed eventi, nonché formazione ai clienti nel mercato globale. Al momento DP Group conta 12 uffici ed è presente in 6 Paesi, tra cui le principali economie emergenti come Cina, India, Vietnam, Emirati Arabi, Italia ed abbiamo un Russian Desk dedicato ai clienti che parlano la lingua russa.


I

n aggiunta ho il piacere di essere stato nominato professore a contratto del corso "Organizzazioni Internazionali" presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università LUISS Guido Carli di Roma. Scrivo la mia colonna "Un Europeo in Cina" sull’importante rivista italiana "Panorama" dove parlo di business, geopolitica ed altri temi di attualità relativi alla Cina ed alla regione Asia - Pacifico. Conduco il podcast di successo “Global Vision - Chat Privata con Carlo D’Andrea” e sono autore di diversi libri su temi di investimenti esteri, oltre ad essere relatore in seminari in diversi paesi del mondo.


G

razie al mio lavoro, in questi anni ho avuto il grande onore di incontrare capi di stato, politici, rappresentanti governativi locali, ambasciatori e consoli di diversi Paesi. In particolare, un momento che ricordo con estrema emozione è l'incontro con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.